Area riservata

Newsletter

Link

Siti amici, partners o semplicemente di interesse che vi segnaliamo. Accedi

 58 visitatori online

Dalla tassazione a tutto il resto

L'organizzazione sociale in materia tributaria riflette l'organizzazione sociale in genere. Che per fortuna in Italia è molto meglio di quella in materia tributaria. Inseriamo qui gli spunti per evitare ulteriori peggioramenti. Mentre i nostri sforzi per migliorare la parte tributaria sono su www.giustiziafiscale.com per la classe dirigente in genere e www.fondazionestuditributari.com per gli (sfortunati :-)) operatori di questo settore

Home Burocrazia La responsabilità dei pubblici funzionari come boomerang paralizzante
La responsabilità dei pubblici funzionari come boomerang paralizzante PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaello Lupi   

Davanti all'evidente fallimento della macchina pubblica italiana (negato solo da alcuni sindacalisti che danno la colpa "agli evasori") ci sono tante reazioni istintive e scoordinate. Una è quella di matrice civilistico-avvocatesca, cioè quella del risarcimento del danno. Tipo "chi  sbaglia paga" , che è

molto grossolana e riduttiva. Va benissimo quando qualcuno, per disattenzione, ti tampona con la macchina, ma non funziona quando chiedi a qualcuno di compiere un servizio difficile e complesso. Che può venire male e dove occorre prendersi un rischio e dove non si può dire "se va bene hai fatto solo il tuo dovere e se va male ti chiedo  un risarcimento danni e ti porto via la casa". Non funziona così e se qualcuno la pensa così è comprensibile perchè la macchina pubblica non pensi al funzionamento  delle istituzioni, degli ospedali, delle scuole, delle strade, delle infrastrutture, dell'ambiente e via enumerando, ma pensi legittimamente solo a pararsi il *****. Fino al punto che il medico segue il protocollo e non rischia, anche se  ti fa crepare, ma non prende una iniziativa fuori protocollo, che ti potrebbe salvare la pelle. Solo che se va bene sarebbe merito tuo, e se va male colpa sua, quindi crepi, ucciso dalla burocrazia sanitaria. Anche perchè ormai sembra che negli ospedali girino famelici avvocati che spingono i parenti dei defunti a fare causa per ipotetiche carenze della struttura (pare che alcuni li portino pure quelli delle pompe funebri, ormai è un servizio  integrato). Il fatto è che quando si chiede una prestazione a qualcuno ci si  assume anche il rischio che sbagli, senza il rischio di meccanicistici risarcimenti. E questo vale anche per la responsabilità dei giudici, che non discende affatto dalla sentenza di assoluzione, come se finito il processo contro l'imputato assolto dovesse partire quello contro il PM che lo aveva rinviato  a giudizio. Così come, una volta annullato l'accertamento si dovesse mettere sotto  inchiesta il funzionario che l'aveva fatto. Non si capisce che in tutti questi casi le responsabilità sono  "ambientali", latenti nelle aspettative della pubblica opinione verso le istituzioni, in termini di repressione dei reati o di maggiore imposta accertata. Solo considerando questa responsabilità collettiva si possono perseguire le vere responsabilità individuali, di grave pigrizia mentale e indifferenza.  Ma anche qui la responsabilità non può riguardare il danno patrimoniale subito dal privato, che è ascrivibile "alla struttura", dove era stato selezionato il funzionario negligente. E' questa la ragione della riduzione equitativa del danno erariale davanti alla corte dei conti. Altrimenti nessuno si occuperebbe più, prendendo poche migliaia di euro al mese si stipendio, di questioni economicamente importanti. In materia tributaria è perfettamente inutile parlare di responsabilità del funzionario per lite temeraria, perchè sono atteggiamenti che vengono dalla struttura e che la struttura ricava dalla pubblica opinione. In un certo senso per il cattivo  funzionamento della macchina pubblica è vero quello che si diceva un tempo per le devianze individuali , magari per ladri e rapinatori. La colpa è della società. Che ne viene fuori solo maturando gradualmente nei singoli settori. Non chiedendo risarcimenti miliardari a chi vive di stipendio. Altrimenti ci si fa solo del male e si aumenta la paralisi. 

 

Copyright © 2012 www.organizzazionesociale.com | All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati | fondazione studi tributari P.IVA 97417730583

PixelProject.net - Design e Programmazione Web